23 - 25 AUGUST
FeaturingFerrari Challenge - Asia Pacific
Address 7992 Inoucho, Suzuka, Mie Prefecture 510-0295, Japan
Phone+81 59-378-1111
Ferrari Racing Days – Spettacolare chiusura davanti a 45.000 persone

Ferrari Racing Days – Spettacolare chiusura davanti a 45.000 persone

27 maggio 2018

Shanghai – Gli attesissimi Ferrari Racing Days di Shanghai si sono chiusi oggi all’International Circuit di fronte a 45.000 spettatori e a 120 giornalisti nazionali. Per l’ottava volta consecutiva i Ferrari Racing Days si sono svolti a Shanghai in maggio e ad ogni occasione il successo di pubblico è stato straordinario con tifosi, appassionati e clienti che sono giunti da tutta la Cina per godersi un gran numero di Ferrari, in pista tanto quanto nel paddock. La giornata conclusiva ha anche visto lo show della Scuderia Ferrari con Andrea Bertolini al volante di una F60 che ha dato spettacolo con partenze da brivido, accelerazioni mozzafiato e velocissimi pitstop insieme ai meccanici della più antica squadra di Formula 1 nel mondo.

Quante meraviglia. Clienti, tifosi e rappresentanti dei media sis ono potuti godere le tre attività di Corse Clienti: i Programmi XX; F1 Clienti e la serie Asia-Pacific del Ferrari Challenge Trofeo Pirelli. Oltre a queste attività, nel paddock facevano bella mostra di sé la nuovissima Ferrari 488 Pista e le due vetture per il Gran Turismo, Portofino e GTC4Lusso T. A questi vanno aggiunti i rappresentanti dei Ferrari Owners Club, con le loro vetture, e l’attore e cantante Julian Cheung, un vero ferrarista.

DNA da corsa. Alla base del DNA Ferrari c’è la competizione. È per questo che la Scuderia Ferrari è da sempre presente in Formula 1, anche se questa non è l’unica declinazione nel motorsport della Casa di Maranello. La Scuderia Ferrari ha preso parte ad ogni stagione di Formula 1 e vanta 232 vittorie, 16 titoli costruttori 1 5 piloti. Dal 1947 ha vinto più di 5.000 gare in tutto il mondo ed era scontato dunque che il motorsport fosse al centro anche dei Ferrari Racing Days. Così a Shanghai si è disputato il terzo round del campionato Ferrari Challenge Trofeo Pirelli Asia-Pacific, il monomarca Ferrari che, nato nel 1993, è ancora senza pari per prestigio e tracciati sulle quali gareggia. Oltre trenta le vetture al via con le sei vittorie che nei due giorni sono andate a quattro piloti: Alex Au (Trofeo Pirelli) e David Dicker (Coppa Shell Am) hanno fatto doppietta, mentre in Coppa Shell a dividersi i successi sono stati Eric Zang e Tani Hanna.

La gamma. Diversi gli ospiti che hanno avuto l’occasione nell’arco del weekend di salire a bordo di una Ferrari. Erano infatti a disposizione molte delle vetture della attuale gamma (812 Superfast, 488 GTB, 488 Spider, Portofino, GTC4Lusso and GTC4Lusso T) che sono state impiegate in pista per dimostrare tutto il potenziale ai client e ai potenziali tali.

Oltre la pista. I Ferrari Racing Days di Shanghai non sono però stati solo pista. Nel weekend è stata colta l’occasione per ricordare il fondatore Enzo Ferrari nei 120 anni dalla nascita. Per questo nel paddock erano presenti un gran numero di vetture esclusive, a cominciare proprio dalla Enzo Ferrari. Oltre a questa è stato possibile ammirare anche Dino 246 GT, Testarossa, 250 GT (PF), 330 GT2+2, LaFerrari e LaFerrari Aperta. Gli occhi di gran parte del pubblico erano però per la Ferrari 488 Pista che era in mostra insieme alle altre versioni speciali Ferrari degli anni precedenti: 430 Scuderia e 16 M, 458 Speciale A. Un’altra vettura molto speciale presente a Shanghai è stata la FXX K EVO, portate in pista da piloti cinesi, di Hong Kong e di Taipei.

Famiglia. I Ferrari Racing Days ancora una volta si sono dimostrati un evento perfetto anche per le famiglie, che si sono potute misurare tra di loro al Ferrari Challenge Race Simulator prima di concedersi un giro tra le repliche delle vetture di Formula 1 e lasciarsi trasportare dalle tante attività ricreative presenti nel paddock. L’angolo dedicato ai bambini era sempre affollato così come quello dedicato alla sicurezza stradale per i più giovani. È stato anche spiegato il commitment del marchio verso il mercato cinese con tutta la serie di progetti che è già stata lanciata, e denominata “The Love of Red”, dedicati all’educazione, la scolarizzazione, la sicurezza sulle strade e il welfare.