Finale amaro per HB Racing ad Hockenheim
ADAC GT Masters

Finale amaro per HB Racing ad Hockenheim

Vallelunga | 14 settembre 2019

Un contatto nel corso degli ultimi istanti di Gara-1 dell’ADAC GT Masters costringeva la 488 GT3 di HB Racing a transitare sotto la bandiera a scacchi in 21sima posizione. Un risultato diverso da quello atteso alla vigilia, ottenuto al termine di una gara dove Sebastian Asch e Luca Ludwig hanno faticato a rimanere a ridosso della top ten.

Un incidente multiplo nel corso del primo giro provocava l’esposizione della bandiera rossa e l’esclusione dalla corsa di molte vetture, permettendo così alla Ferrari di HB Racing, testimone ravvicinata della collisione, di guadagnare diverse posizioni. Alla ripartenza, avvenuta dietro Safety Car, Luca Ludwig manteneva la dodicesima posizione salvo perderne una ai danni della Mercedes di Snoeks. Il pilota della 488 GT3 cercava in ripetute occasioni di riprendersi la posizione senza successo anche perché il rivale eccedeva in alcune fasi i limiti della pista. Il comportamento del portacolori del team Zakspeed veniva sanzionato con un drive through che dava quindi via libera a Ludwig.

A ventisei minuti dal termine, il tedesco rientrava ai box per la sosta obbligatoria e il cambio pilota che permetteva a Sebastian Asch di entrare nella contesa. L’ex campione della serie, in difficoltà con gli pneumatici, difendeva in maniera dura, ma con ordine, la posizione fino al colpo di scena finale quando Matt Campbell prima lo tamponava e poi lo colpiva, rompendo l’alettone posteriore e costringendo il pilota di HB Racing a tagliare il traguardo in 21sima posizione, ad un giro dal vincitore.

La seconda gara dell’appuntamento dell’ADAC GT Masters ad Hockenheim si disputerà domani.