La Ferrari di Car Guy vince a Buriram
Asian Le Mans Series

La Ferrari di Car Guy vince a Buriram

Buriram | 12 gennaio 2019

Tre vittorie in tre gare, nonostante incidenti e penalizzazioni. È questo lo straordinario ruolino di marcia della Ferrari 488 GT3 del team Car Guy che intravede ormai il titolo GT del campionato Asian Le Mans Series, e con esso la qualificazione automatica per la corsa più prestigiosa del mondo, la 24 Ore di Le Mans.

Caos. La gara è stata tutt’altro che lineare, anche se la Ferrari numero 11 si è presto ritrovata al comando dopo che dalla pole position erano invece partiti i compagni di marca del team Spirit of Race con Alessandro Pier Guidi, Francesco Piovanetti e Oswaldo Negri Junior. La Ferrari gialla di Calado, Kei Cozzolino e Takeshi Kimura è invece stata coinvolta in un incidente con un prototipo nella prima parte di gara, mentre a pochi giri dal termine è stata penalizzata per un’infrazione al pit stop. Tutto ciò non ha comunque impedito al campione del mondo WEC e ai suoi due compagni giapponesi di conquistare la vittoria davanti all’Audi del team Tianshi Racing di Alex Au, Chen Wei An e Jean-Karl Vernay. Terzo posto per la Ferrari di Spirit of Race.

Campionato. La situazione di classifica vede il team Car Guy, all’esordio con Ferrari, e i suoi piloti con 25 punti di vantaggio sui primi inseguitori quando in plaio ce ne sono al massimo ancora 26. Questo significa che qualora la vettura di Spirit of Race non ottenga la pole position a Sepang, nella gara del 24 febbraio, la conquista del titolo sarà cosa matematica anche senza prendere il via della corsa. In senso assoluto a Calado, Cozzolino e Kimura sarà sufficiente concludere la gara in Malesia per avere la certezza di essere irraggiungibili per qualsiasi altro equipaggio.