Ferrari al comando della Pro-Am a metà della 12 Ore del Golfo
Competizioni GT

Ferrari al comando della Pro-Am a metà della 12 Ore del Golfo

Yas Marina | 14 dicembre 2019

Al termine della prima parte di gara della 12 Ore del Golfo, la Ferrari 488 GT3 numero 46 di Monster VR46 Kessel è in testa alla classe Pro-Am, occupando la sesta posizione assoluta, alle spalle della migliore delle vetture di Maranello, la numero 83 di Iron Lynx portata in gara dall’equipaggio femminile abitualmente protagonista della European Le Mans Series.
Dopo aver perso alcune posizioni al via, Valentino Rossi risaliva in classifica fino alla sesta posizione assoluta, prima di classe, prima di cedere il volante al fratello Luca Marini che a sua volta si portava in quinta piazza. Tra gli equipaggi Pro, dopo un errore di Rahel Frey l’equipaggio della Ferrari di Iron Lynx si riportava alle spalle della Porsche di GPX Racing che occupava la quarta posizione, ingaggiando un vibrante duello che infiammava gli ultimi minuti della prima parte di gara e che vedeva protagonista Michelle Gatting all’attacco di Jordan Gregor.
Nelle altre classi le Ferrari si sono rese protagoniste di una buona gara, caratterizzata da un ritmo sensibilmente più veloce rispetto a quello registrato nell’edizione precedente, grazie anche ad un’unica apparizione della Safety Car che aveva ricompattato il gruppo per poco meno di dodici minuti.
Alla bandiera a scacchi, la 488 GT3 di Kessel Racing guidata da De Bernardi-Capirossi-Cadei è transitata in terza posizione nella classe GT3 Am, quattordicesima assoluta, precedendo la Ferrari numero 11 di AF Corse, quarta di classe ma sedicesima assoluta, e la numero 33 di Kessel Racing.