Scuderia Corsa settima a Mid-Ohio
IMSA

Scuderia Corsa settima a Mid-Ohio

Lexington, Ohio | 6 maggio 2019

In un weekend caratterizzato dalle mutevoli e sfidanti condizioni climatiche in tutte le sessioni disputate, la Ferrari 488 GT3 di Scuderia Corsa affidata a Cooper MacNeil e Toni Vilander ha terminato al settimo posto la corsa valida come terzo round del campionato IMSA per le vetture di classe GT Daytona e primo per la nuova Sprint Cup.

Nonostante il miglioramento rispetto alla posizione conquistata in qualifica, la prova sul veloce e tecnico tracciato di Mid-Ohio non ha portato al duo MacNeil/Vilander il risultato sperato.

“Abbiamo avuto condizioni meteo difficili per tutto l’intero settimana, quindi il sole è apparso per la gara” ha dichiarato MacNeil. “Siamo stati costretti ad assettare la macchina senza tutte le indicazioni necessarie e questo ci ha penalizzato, soprattutto nel traffico, quando accusavamo un marcato sottosterzo”.

La gara si è svolta su ritmi molto elevati e l’unica bandiera gialla è stata sventolata solamente nel corso del 99simo giro. Con quattro classi impegnate in pista, il traffico non è certo mancato sul tracciato.

“La buona notizia è che la vettura non ha subito danni” ha aggiunto MacNeil. “Siamo riusciti a concludere la gara in una posizione migliore rispetto a quella di partenza, dunque possiamo essere parzialmente soddisfatti. Saremo pronti per la gara di Detroit a fine mese”.

“È stata una gara difficile” ha dichiarato Vilander. “Non è stato un weekend facile a causa del meteo e così oggi semplicemente non avevamo l’assetto migliore per affrontare la gara. La competitività tra le vetture di classe GT Daytona è elevatissima, dunque bisogna fare sempre tutto al meglio. Con una sola interruzione con bandiere gialle, arrivata oltretutto nel finale, è stato difficile guadagnare delle posizioni”.

Il prossimo appuntamento è previsto in giugno, quando le vetture saranno impegnate sulle strade di Belle Isle, a Detroit, per la seconda gara della Sprint Cup.

“Il livello è molto alto in GTD” continua Vilander “ma dobbiamo solo sistemare qualche dettaglio per essere più competitivi. Ci lavoreremo e saremo pronti per la prossima sfida”.