Il commento di Rigon e Molina dopo la 8 Ore del Bahrain
WEC

Il commento di Rigon e Molina dopo la 8 Ore del Bahrain

Sakhir | 15 dicembre 2019

La gioia per il primo podio stagionale unita al rimpianto di veder vanificato l’attacco al primo posto. Sentimenti contrastanti che però emergono in maniera netta nelle parole raccolte nel dopo gara dai due piloti della 488 GTE numero 71 di AF Corse.

Davide Rigon: “È stata una bella gara e ho creduto alla vittoria fino alla fine. Nell’ultima ora ci sono stati alcuni piccoli inconvenienti che però ci hanno impedito di vincere. Prima non siamo riusciti ad accendere immediatamente la macchina al termine della sosta, perdendo alcuni secondi che avevamo però recuperato, poi nella ripartenza, il leggero pattinamento agli pneumatici posteriori che è stato sanzionato, a mio modo di vedere in maniera tuttavia eccessiva. Lo stop&go è stato pesante perché eravamo più veloci e con gomme più fresche rispetto all’Aston Martin che ha vinto. La strategia era perfetta e voglio ringraziare il team per tutti i pit-stop. Sono contento della mia prestazione e anche di come ha guidato Miguel, anche se in questo momento non so se essere più felice per il podio finalmente raggiunto o amareggiato per una vittoria persa a causa di una penalizzazione eccessiva”.

Miguel Molina: “Penso che abbiamo fatto una gara grandissima, frutto di un lavoro eccellente nella preparazione della corsa. Credo che meritassimo di più oggi, ma il secondo posto quantomeno testimonia il fatto che siamo competitivi. Eravamo fiduciosi di fare bene su questo tracciato e siamo riusciti nell’impresa di prendere punti molto buoni dopo una prima parte di stagione in cui non siamo stati fortunati”.