Quinta fila per la Ferrari a Spa-Francorchamps
WEC

Quinta fila per la Ferrari a Spa-Francorchamps

Francorchamps | 3 maggio 2019

Come era ampiamente prevedibile le qualifiche della 6 Ore di Spa-Francorchamps sono state difficili per le cinque Ferrari iscritte alla penultima prova della Super Season 2018/2019 del World Endurance Championship (WEC). In classe GTE-Pro le 488 GTE di AF Corse scatteranno dalla quinta fila con la numero 51 davanti alla 71. Sesta, settima e decima le 488 GTE in gara in classe GTE-Am con la migliore che è stata la numero 54 di Spirit of Race affidata a Giancarlo Fisichella, Thomas Flohr e Francesco Castellacci.

GTE-Pro. Nella classe GTE-Pro ad iniziare il turno sulle auto 51 e 71 sono stati rispettivamente James Calado e Davide Rigon. Il pilota britannico ha fermato i cronometri a 2’14”317 senza riuscire a migliorarsi nelle due tornate successive a causa del traffico dovuto alle vetture della classe GTE-Am. Sulla 488 GTE numero 71 Davide Rigon si è migliorato ad ogni tornata scendendo da 2’14”544 a 2’14”455 e infine a 2’14”423. Sulla vettura numero 51 a metà turno è salito Alessandro Pier Guidi che ha fermato i cronometri a 2’14”154 per scendere poi a 2’13”803 (tempo medio aggregato 2’14”060). Sam Bird sull’auto gemella ha ottenuto inizialmente 2’14”168 e poi 2’13”942 (aggregato medio 2’14”182). Le due Ferrari hanno ottenuto tempi molto simili, a dimostrazione di quanto entrambi gli equipaggi abbiano portato al limite la vettura non portando a casa però più della quinta fila. Impossibile con questa configurazione di Balance of Performance competere per la pole position, andata alla Ford numero 67 di Andy Priaulx ed Henry Tincknell in 2’12”885.

GTE-Am. La classe GTE-Am ha visto le 488 GTE altrettanto in difficoltà nei confronti delle auto concorrenti. La migliore scatterà dalla sesta posizione e sarà la numero 54 di Giancarlo Fisichella e Thomas Flohr, che in gara saranno coadiuvati da Francesco Castellacci. I due hanno ottenuto un tempo complessivo medio di 2’17”173 (2’15”497 per Fisichella; 2’18”849 per Flohr); poco più di un decimo meglio del 2’17”288 della 488 GTE numero 61 del team Clearwater Racing con Matt Griffin (2’16”267) e Luis Perez-Companc (2’18”309) valido per la settima piazza. Venerdì da dimenticare per la Ferrari numero 70 di MR Racing che è finita contro le barriere nella prima parte del turno quando al volante c’era Motoraki Ishikawa. La vettura ha comunque raggiunto il box in autonomia e prenderà il via dalla nona posizione. Pole position di classe per l’Aston martin numero 90 del team TF Sport (Yoluc-Alers Hankey-Eastwood) in 2’16”061. Quella assoluta è andata alla Toyota di Conway-Kobayashi-Lopez in 1’53”747. La 6 Ore di Spa-Francorchamps prenderà il via sabato alle 13.30.