Quinto posto per Perel al Nürburgring nell’SRO E-Sport GT Series
SRO E-Sport GT Series

Quinto posto per Perel al Nürburgring nell’SRO E-Sport GT Series

Maranello | 17 maggio 2020

David Perel bissa il quinto posto conquistato nella prova inaugurale dell’SRO E-Sport GT Series, al termine del terzo round della serie in programma sul circuito del Nürburgring, confermandosi il miglior interprete della 488 GT3 virtuale.

Perel convince. Il pilota di Rinaldi Racing, dopo una partenza dalla tredicesima piazzola in griglia, costruiva il suo risultato poco prima dello scoccare dei 30 minuti di corsa, con una serie di sorpassi che gli hanno permesso di liberarsi delle vetture che lo precedevano, ultima delle quali l’Audi di Marcucci nel corso del quindicesimo giro. Il sudafricano ha sfruttato ancora una volta la grande costanza nei tempi sul giro per portarsi a ridosso dei primi ma il gap accusato nelle prime fasi della corsa risultava troppo difficile da colmare. Proprio il giro di apertura di una gara che si è disputata con un suggestivo tramonto a colorare gli oltre 5 km del tracciato tedesco, condizionava in maniera importante la prova delle altre Ferrari al via, anche a seguito di una qualifica che ancora una volta le vedeva costrette a partire da metà dello schieramento.

Contatti multipli. Il particolare disegno delle prime curve del Nürburgring si trasformava in una trappola per molte vetture che entravano in contatto tra di loro, provocando diversi danni che richiedevano ad alcune Ferrari di effettuare un pit-stop per le necessarie riparazioni. Tra queste, la 488 GT3 di Daniel Serra e Nicolas Hillebrand (Buttler-Pal Motorsport). “Non c’è molto da dire”, ha commentato il brasiliano, “ci sono stati molti incidenti nelle prime curve e nei primi giri, e la mia macchina era molto danneggiata. Sono stato costretto a rientrare ai box ma così facendo ho perso un giro e quindi mi sono ritirato. Speriamo di avere maggiore fortuna nella prossima gara”. Il brasiliano è stato classificato in trentesima posizione, mentre il tedesco è stato in grado di rimontare fino al 24° posto. Analoghe difficoltà anche per Nicklas Nielsen, ventunesimo sotto la bandiera a scacchi, che così si è espresso al termine della sua fatica: “Ancora una volta il primo giro è stato alquanto caotico con vetture che uscivano di pista e altre che rientravano dopo un loro errore. A Spa è stato un problema, qui anche, sebbene non ci sia molto da fare. La cosa più importante è stato migliorare rispetto al weekend precedente e l’obiettivo per il prossimo appuntamento è partire più avanti al fine di evitare queste situazioni. È stata comunque una gara positiva e divertente”. Weekend da dimenticare per Miguel Molina, subito eliminato dalla corsa. “La mia prova è durata davvero molto poco”, ha dichiarato lo spagnolo, “concludendosi già al primo giro. La qualifica non è stata buona e dunque sono stato costretto a partire dalle retrovie ma il primo giro è stato disastroso, con moltissimi piloti coinvolti in incidenti. Noi ci siamo trovati al posto sbagliato nel momento sbagliato”. 

A centro gruppo. Dopo il dodicesimo posto conquistato nel round precedente, Maksim Yefanov ha tagliato il traguardo con la 488 GT3 di Fasstuning diciassettesimo, non troppo distante da un gruppetto di piloti immediatamente a ridosso della top ten. Condizionate dai contatti iniziali anche le prove di David Fumanelli (Kessel Racing), ventisettesimo, e Chris Froggatt (Sky Tempesta Racing), ventinovesimo.

Silver. Al termine di una gara caratterizzata dalla pioggia, le due Ferrari dell’FDA Hublot Team hanno concluso i sessanta minuti previsti in sesta posizione con David Tonizza e ventisettesima con Enzo Bonito. 

Prossimi appuntamenti. Dopo il back-to-back di Spa e del Nürburgring, i protagonisti dell’SRO E-Sport GT Series torneranno in pista il 31 maggio sul tracciato di Barcellona, in Spagna.

VISITA IL SITO DI FDA HUBLOT ESPORTS


Drivers