Ora 16: arriva la pioggia e la leadership per Pier Guidi
24 Ore di Daytona

Ora 16: arriva la pioggia e la leadership per Pier Guidi

Daytona | 27 gennaio 2019

Allo scoccare delle sedici ore di gara della 24 Ore di Daytona, Alessandro Pier Guidi è al comando nella classe GTLM. La corsa, attualmente in regime di safety car a causa di un incidente che ha coinvolto la Corvette di Tommy Milner, vede aumentare ulteriormente il suo fattore di difficoltà a causa della pioggia intensa che ha fatto la sua comparsa a dieci ore dalla bandiera a scacchi.

GTLM. Le previsioni che annunciavano la pioggia verso le cinque del mattino hanno trovato piena conferma nei fatti e la 488 GTE di Risi Competizione ha sfruttato al massimo la situazione. Dopo aver rilevato Davide Rigon, James Calado si è prodotto in una prestazione straordinaria in condizioni critiche che gli ha permesso di conquistare la leadership nella classe costruendo un vantaggio che ha sfiorato i 20 secondi sul primo degli inseguitori. Lo sforzo è stato vanificato dall’undicesima safety car della gara che ha compattato il gruppo, anche se Alessandro Pier Guidi, che ha sostituito Calado, mantiene saldamente la prima posizione.

GTD. La Ferrari numero 63, dopo aver occupato le prime posizioni con Cooper MacNeil, prosegue la sua gara positiva anche con Jeff Westphal che si porta anche al comando della classifica di classe prima di perdere leggermente terreno, pur rimanendo a contatto con la testa della corsa. Nell’ultima sosta, il team Scuderia Corsa ha anche effettuato il cambio pilota, con Dominik Farnbacher al volante. Andrea Bertolini, con la 488 GT3 di Via Italia Racing, è autore di un ottimo stint sotto la pioggia, anche se la classifica lo vede sempre al quattordicesimo posto. Ancora ferma ai box, invece, la vettura numero 51 di Dalla Lana.