Debutto per la 488 GT3 Evo 2020 al The Bend
Asian Le Mans Series

Debutto per la 488 GT3 Evo 2020 al The Bend

Tailem Bend | 11 gennaio 2020

Cresce l’attesa per il secondo atto della Asian Le Mans Series che, questo fine settimana, vedrà in pista quattro Ferrari sul nuovo The Bend Motorsport Park, il secondo circuito permanente più lungo al mondo dopo la Nordschleife. Con i suoi 7,77 km, caratterizzati da continui cambi di direzione e 34 curve, l’autodromo australiano offre un layout impegnativo dal punto di vista tecnico e di pilotaggio.

Dopo i deludenti risultati della prova di apertura, le Ferrari cercano il riscatto ed il rilancio in campionato con interessanti novità, a partire da debutto agonistico della 488 GT3 Evo 2020 schierata da HubAuto Corsa ed affidata a Davide Rigon, Marcos Gomes e Liam Talbot. Presentata durante le Finali Mondiali al Mugello lo scorso settembre, l’ultima evoluzione della 488 GT3 si caratterizza per un’aerodinamica ancora più efficiente ed una riduzione dei pesi che si unisce all’ottimizzazione generale della vettura. Sul fronte dei piloti, l’australiano Liam Talbot sostituisce Morris Chen che aveva corso a Shanghai per completare l’equipaggio formato dal brasiliano e Davide Rigon.

Nuovo line-up anche per Car Guy che si affida a Côme Ledogar per affiancare Takeshi Kimura e Kei Cozzolino. I campioni in carica, staccati di quindici lunghezze dal vertice della classifica, puntano ad un risultato importante in questa tappa per riprendere il cammino verso la riconferma del titolo.

Nessun cambiamento, invece, per gli altri due team che schierano la 488 GT3, Spirit of Race e T2 Motorsports. Quarti in classifica generale, Alessandro Pier Guidi, Francesco Piovanetti e Oswaldo Negri Jr si confronteranno con la nuova sfida australiana con l’obiettivo di colmare il gap dal vertice e di conquistare il primo successo stagionale nella serie. Obiettivo podio per David Tjiptobiantoro, Rio Haryanto e Christian Colombo, dopo la difficile prova di esordio in Cina.


Drivers