HubAuto Corsa sfiora il successo a Suzuka
Blancpain GT World Challenge Asia

HubAuto Corsa sfiora il successo a Suzuka

Suzuka | 23 giugno 2019

Si è concluso con una gara intensa e spettacolare il terzo round del Blancpain GT World Challenge Asia, disputato sul circuito di Suzuka, in Giappone. Le due Ferrari impegnate in pista sono state protagoniste e, in particolare, la 488 GT3 di HubAuto Corsa ha sfiorato la vittoria assoluta.

Haryanto in rimonta. Dopo le qualifiche, Andre Heimgartner scattava dalla settima posizione, mentre Rio Haryanto dalla diciottesima. Al via, un contatto tra alcune vetture delle prime file permetteva al pilota neozelandese di guadagnare tre posizioni mentre Haryanto iniziava a scalare la classifica con una progressione che lo portava a risalire fino alla dodicesima piazza. Il pilota indonesiano, ritardando il più possibile la sosta obbligatoria ed approfittando dei cambi pilota degli altri equipaggi, transitava addirittura in seconda posizione. I cambi pilota avvenivano rispettivamente al minuto trenta, con Yuya Sakamoto al posto di Heimgartner, e a 25 minuti dalla bandiera a scacchi, con Gregory Teo al posto di Haryanto sulla Ferrari di T2 Motorsport. Dopo la chiusura della finestra per il cambio pilota obbligatorio, entrava in pista la Safety Car che ricompattava il gruppo e metteva ordine alla classifica. Sakamoto si ritrovava in terza posizione, mentre Teo in dodicesima.

Attacco finale. Alla ripartenza, un’altra Safety Car era chiamata in pista per rimuovere una Lamborghini ferma a bordo pista. A cinque minuti dal termine, la bandiera verde riapriva le ostilità e Sakamoto si portava rapidamente in seconda posizione. Il giapponese riusciva a superare Inthraphuvasak e si portava nella scia di Lee al volante della Mercedes leader della corsa. Il pilota di HubAuto Corsa tentava il sorpasso all’ultima chicane ad un giro dal termine ma finiva leggermente lungo, finendo per tagliare la curva. Onde evitare penalizzazioni, Sakamoto cedeva la posizione ma, per farlo, perdeva velocità e veniva così superato dalle Porsche di Panther/AAS Motorsport e Absolute Racing. A centro gruppo, nella concitazione delle fasi finali, Teo perdeva un paio di posizioni tagliando la bandiera a scacchi in sedicesima posizione, ottava della classe Pro-Am. Sakamoto, invece, chiudeva quarto assoluto, secondo nella classe Silver, alle spalle però dei nuovi leader della classifica Tanart Sathienthirakul e Philip Hamprecht.

Prossimo appuntamento. Il Blancpain GT World Challenge Asia rimane in Giappone per disputare, il 6 e 7 luglio sul Fuji Speedway, il suo quarto round della stagione.