Secondo posto per HubAuto Corsa in Gara-1 a Yeongam
Blancpain GT World Challenge Asia

Secondo posto per HubAuto Corsa in Gara-1 a Yeongam

Yeongam | 3 agosto 2019

Al termine di sessanta intensi minuti di gara andati in scena sul Korea International Circuit, a Yeongam, la Ferrari 488 GT3 di HubAuto Corsa con Yuya Sakamoto e Marcos Gomes ha chiuso al secondo posto Gara-1 valida per il round 9 del Blancpain GT World Challenge Asia.

Via concitato. Al semaforo verde, Sakamoto doveva difendersi da una partenza molto aggressiva di Chen ma poi riusciva un paio di curve più tardi a scavalcare il pilota dell’Audi e, nel tratto tra la curva 4 e 5, ad avere la meglio di Bruins, che nel frattempo era stato superato da Sathienthirakul. A centro gruppo, in sedicesima posizione assoluta, sesta tra gli equipaggi di classe Pro-Am, la Ferrari di David Tjiptobiantoro guadagnava un paio di posizioni fino a risalire in tredicesima. In testa, invece, si assisteva ad una gara avvincente con i primi tre piloti racchiusi in un secondo, con un’alternanza di giri più veloci che permetteva alla Porsche, alla Ferrari e alla Mercedes di allungare sull’Audi di Chen. Sakamoto metteva pressione su Sathienthirakul senza tuttavia riuscire ad indurre all’errore il tailandese.

Sosta lenta. Si arrivava così alla fase di cambio pilota con il giapponese di HubAuto Corsa al rientro nella corsia box a 32 minuti dalla bandiera a scacchi pronto a cedere il volante Marcos Gomes, mentre la 488 GT3 di T2 Motorsport effettuava la sosta tre minuti più tardi, con Tjiptobiantoro che veniva rilevato da Rio Haryanto. Il pit stop di HubAuto Corsa durava sei secondi in più rispetto a quello degli avversari così Gomes si ritrovava alle spalle di Rahel Frey, abituale protagonista dell’equipaggio tutto femminile della 488 GTE schierata da Kessel Racing nella European Le Mans Series, qui al volante dell’Audi R8. Gomes impiegava due giri per superare la svizzera, quindi si metteva a caccia della Porsche di Hamprecht e della Mercedes di Metzger, in piena bagarre. Approfittando di un doppiato, mentre la vettura di Haryanto era costretta a rientrare ai box per un ritiro, Metzger conquistava la testa della corsa mentre Marcos riusciva a riportarsi nella scia dei due.

Sorpasso decisivo. A pochi minuti dalla bandiera a scacchi, tra la curva 4 e la curva 6, Gomes inventava un sorpasso fantastico ai danni di Hamprecht che non si aspettava la manovra della Ferrari. Con la pista libera davanti a sé, il brasiliano provava a colmare il gap che lo separava dal leader Metzger e, nonostante una sequenza di giri veloci, tagliava il traguardo staccato di appena 4”8.

Con questo risultato, Yuya Sakamoto rimane ancora in piena lotta per il titolo, con tre gare ancora da disputare, una delle quali si svolgerà domani, sempre sul tracciato di Yeongam, in Corea.