Ferrari in prima fila a Imola per il GT World Challenge
GT World Challenge Europe

Ferrari in prima fila a Imola per il GT World Challenge

Imola | 25 luglio 2020

La Ferrari 488 GT3 Evo 2020 numero 51 di AF Corse scatterà dalla seconda piazzola in griglia in occasione della prima gara della Endurance Cup del GT World Challenge Europe. L’equipaggio formato da Alessandro Pier Guidi, James Calado e Nicklas Nielsen ha chiuso la sessione a soli 144 millesimi dalla pole, nonostante non possa contare su un tempo ideale ottenuto in Q1 a causa del traffico intenso presente in pista. Il risultato delle qualifiche giunge un po’ a sorpresa poiché il Balance of Performance non è particolarmente favorevole per le vetture di Maranello, ma il talento dei piloti è riuscito a limitare al massimo questo handicap. Nella classe Pro-Am fantastica pole position per la 488 GT3 Evo 2020 di Sky – Tempesta Racing, con Edward Cheever, Chris Froggatt e Jonathan Hui.

Q1. In una sessione che ha registrato il giro più veloce di Dries Vanthoor (Audi) in 1:41.882, Alessandro Pier Guidi è stato il più veloce dei piloti al volante della 488 GT3 Evo 2020, registrando il proprio miglior passaggio in 1:42.292, ottenuto nell’ultimo giro disponibile dopo che in precedenza, mentre stava significativamente migliorando i suoi parziali, era stato costretto a vanificare il tentativo a causa del testacoda di Florian Latorre in uscita dalla Rivazza 2 proprio mentre stava sopraggiungendo il pilota italiano. Miguel Molina si è dovuto accontentare del quindicesimo tempo, 1:42.536, ottenuto nella parte iniziale della sessione. Lo spagnolo è stato rallentato nei suoi tentativi successivi dalla Lamborghini di Dennis Lind, anch’egli impegnato a migliorare il proprio crono. Tra le Pro-Am, quarto tempo per Chris Froggatt, con 1:43.825, mentre Niek Hommerson ha qualificato la vettura in settima posizione con 1:44.244, seguito da Pierre Ehret in undicesima piazza con 1:45.363.

Q2. La seconda sessione di qualifica ha seguito di pochi minuti la fine della prima, vedendo impegnate sempre 46 vetture sul tracciato imolese. Nicklas Nielsen è stato il più veloce tra i ferraristi con un ottimo 1:42.020 che gli è valso il sesto tempo assoluto. Il danese, al debutto in questa serie, è stato preceduto di appena tre millesimi da Patrick Pilet, in una sessione che ha visto in Mirko Bortolotti (Audi) il pilota più veloce con 1:41.791. Davide Rigon ha invece segnato l’undicesimo tempo con 1:42.201, a due soli decimi dalla top 3. L’italiano ha ottenuto la sua miglior prestazione nel corso del settimo giro, mentre i tentativi precedenti erano stati in parte compromessi dal traffico. Tra le Pro-Am, Rino Mastronardi ha chiuso la sessione al secondo posto con la 488 GT3 di Rinaldi Racing, con 1:42.954, appena 39 millesimi più lento di Clement Seyler. Alle sue spalle Jonathan Hui, di Sky – Tempesta Racing, con 1:43.578, mentre Louis Machiels ha conquistato il quinto posto con 1:43.681.

Q3. La terza e ultima sessione determinava la griglia di partenza, stilata in funzione dei tempi combinati. James Calado e Sergey Sirotkin sono stati grandi protagonisti degli ultimi quindici minuti di lotta contro il tempo. Il pilota inglese, con un 1:41.517 ottenuto nel corso del sesto giro, ha proiettato la 488 GT3 Evo 2020 numero 51 di AF Corse in prima fila, a soli 144 millesimi dalla pole position ottenuta dall’Audi di Attempto Racing guidata da Mattia Drudi, Kim-Luis Schramm e Frederick Vervisch. Sergey Sirotkin, dal canto suo, ha registrato la miglior prestazione di una Ferrari sul tracciato imolese con 1:41.453, che gli è valsa la quarta posizione. Il tempo complessivo per la vettura numero 72 di SMP Racing – 1:42.063 – costringerà il nuovo terzetto a partire dalla nona posizione. Nella classe Pro-Am, pole position per la 488 GT3 Evo 2020 di Sky – Tempesta Racing ottenuta anche grazie al quinto tempo di sessione, 1:43.284, con Edward Cheever. Sesto, alle sue spalle, Andrea Bertolini, 1:42.456, che nel finale ha cercato anche di sfruttare la scia di Calado per migliorarsi ulteriormente. Il campione in carica prenderà il via dalla seconda fila della classe Pro-Am, mentre dalla terza scatterà la Ferrari di Rinaldi Racing che, nell’ultima sessione, guidata da Daniel Keilwitz, ha fermato i cronometri sull’1:42.497 che gli è valso il settimo tempo.

Gara. Domani la gara, della durata di tre ore, con lo spegnimento dei semafori previsto alle 13:30.


Drivers