I commenti dei piloti al termine della 24 Ore di Spa
GT World Challenge Europe

I commenti dei piloti al termine della 24 Ore di Spa

Spa-Francorchamps | 25 ottobre 2020

Al termine di un’edizione della classica belga che ha proposto non pochi colpi di scena, abbiamo raccolto le dichiarazioni dei piloti che hanno affrontato la gara al volante delle Ferrari 488 GT3 Evo 2020.

Giancarlo Fisichella, Sky Tempesta Racing #93 – “La gara è stata complicata, sotto tutti i punti di vista. Spa è un circuito molto impegnativo che ti mette a dura prova fisicamente e in questo caso le condizioni che cambiavano continuamente, in particolare quando pioveva e noi avevamo le slick, hanno aumentato il coefficiente di difficoltà. È stata davvero dura, c’era tanta acqua, tanti incidenti e pertanto voglio fare i complimenti tanto alla squadra quanto ai miei compagni che non hanno commesso errori. Se non avesse piovuto credo che avremmo avuto delle ottime probabilità di vittoria. Siamo stati un po’ sfortunati con la Safety Car nel finale, ma abbiamo ottenuto un secondo posto alla sei ore, un primo alla dodici e il secondo al termine della gara, pertanto possiamo essere tutti molto soddisfatti per il risultato positivo”.

James Calado, AF Corse #51 – “Con l’asciutto eravamo competitivi, poi come sempre capita a Spa è iniziato il diluvio e abbiamo fatto fatica a sfruttare al meglio gli pneumatici. Pur provando soluzioni diverse non siamo riusciti a trovare il passo. Chiudere al quinto posto ci ha permesso di conquistare buoni punti per il campionato che si sommano a quelli del quarto posto ottenuti alla sesta ora e quelli del primo posto che abbiamo fatto nostri a metà gara. È un peccato non essere riusciti a vincere, ma voglio comunque ringraziare tutto il team per l’enorme lavoro svolto. Ci riproveremo”.

Miguel Molina, SMP Racing #72 – “È stata una gara molto dura, dove è successo di tutto. In alcuni frangenti siamo stati ad un giro dal leader ma siamo riusciti a recuperare lo svantaggio senza mai perdere la calma e sfruttando tutte le occasioni. Abbiamo fatto il possibile per metterci nelle condizioni di lottare per vincere finché non siamo stati messi fuori gara da una Porsche. Forse non eravamo i favoriti per la vittoria, ma abbiamo fatto davvero di tutto per riuscirci. Mi spiace non essere riusciti a tagliare il traguardo ma speriamo che nella prossima gara le cose vadano meglio”.

Kamui Kobayashi, HubAuto #27 – “Purtroppo per poco non siamo riusciti a raggiungere l’obiettivo che ci eravamo prefissi, ossia tagliare il traguardo. Essere partiti dai box, dopo la sostituzione del motore, ha reso tutto molto più difficile. Il team ha svolto un lavoro eccellente e purtroppo non finire la gara fa parte delle corse. Credo che aver sostanzialmente completato le 24 ore, offrendo un ottimo spettacolo in pista e anche in tv rappresenti un ottimo risultato. Abbiamo dato il massimo, ci siamo divertiti e posso dire che sono stati due giorni molto emozionanti per i quali ringrazio Ferrari e HubAuto per il supporto”.