HubAuto in cerca di riscatto a Laguna Seca
Intercontinental GT Challenge

HubAuto in cerca di riscatto a Laguna Seca

Monterey | 29 marzo 2019

Ferrari continua la sua rincorsa all’Intercontinental GT Challenge con la spedizione del team HubAuto Corsa negli Stati Uniti, nello storico circuito di Laguna Seca, a Monterey in California. La serie, organizzata da SRO, che prevede gare di durata su alcuni tra i più spettacolari ed impegnativi circuiti del mondo, ha già vissuto il suo primo appuntamento lo scorso febbraio in Australia, con la 12 Ore di Bathurst, e continuerà a Spa in luglio, Suzuka in agosto e Kyalami in novembre.

Riscatto. L’equipaggio di HubAuto composto da Nick Forster e Tim Slade, sarà completato dal pilota ufficiale di Competizioni GT Miguel Molina che, a Laguna Seca, sostituirà Nick Percat. Il team cerca il riscatto dopo una difficile gara in Australia, rovinata da un contatto con un avversario nelle prime fasi di gara.

Livello alto. La qualità dei partecipanti alla 8 Ore di California è molto elevata, soprattutto se comparata con quella dello scorso anno. Sedici piloti alla guida delle venti vetture iscritte, hanno un livello “platino”, il più alto tra quello che distingue il livello dei piloti. L’equipaggio di HubAuto schiera i suoi assi per questa gara: Nick Foster, dopo aver disputato molte stagioni nel campionato britannico per vetture turismo, è classificato come “gold driver”, mentre Tim Slade, anch’egli “gold”, ha partecipato a nove Bathurst 1000 nel campionato australiano V8 Supercar. Miguel Molina, invece, è l’unico dei tre che ha corso in precedenza negli Stati Uniti, ma nessuno dei tre ha mai corso a Laguna Seca.

Programma. Le sessioni in pista iniziano giovedì con le libere alle 11.35 ora locale, seguite dalle pre-qualifiche alle 15:05. Le qualifiche si svolgeranno dalle 11:20 fino alle 12:20 prima dello shootout finale previsto per le 15:40. La gara prenderà il via alle 8:30 per concludersi alle 16:30 di sabato.