L’energia di Le Mans per la 6 Ore del Glen
IMSA

L’energia di Le Mans per la 6 Ore del Glen

Englewood Cliffs, New Jersey | 28 giugno 2019

Il campionato IMSA prevede questo fine settimana sul Watkins Glen International la sua terza gara endurance della stagione. La 6 Ore del Glen vedrà al via nella classe GT Daytona la Ferrari 488 GT3 schierata dal team WeatherTech Racing, con Cooper MacNeil, Toni Vilander e Jeff Westphal al volante.

Il trio ha affrontato la 12 Ore di Sebring a marzo e punta a salire sul podio nei due restanti appuntamenti endurance dell’anno, a Watkins Glen e alla Petit Le Mans.

Due piloti su tre dell’equipaggio porteranno con loro l’energia positiva derivante dal podio conquistato da Cooper MacNeil e Toni Vilander nella classe LMGTE Am nella recente 24 Ore di Le Mans, gara in cui vennero affiancati da Rob Smith al volante della 488 GTE.

“La nostra vettura ha disputato una gara senza problemi e il nostro equipaggio non ha commesso errori nell’arco delle 24 ore” ha dichiarato MacNeil. “La strategia e i pit stop sono stati eccezionali da parte della squadra. Sono pronto ad affrontare la 6 Ore, le 3,4 miglia e le undici curve di cui è composta la pista dovrebbero adattarsi alla nostra Ferrari. La 488 GT3 ha una grande maneggevolezza e insieme ai ragazzi della Scuderia Corsa dovremmo essere in grado di trovare l’assetto giusto per questa pista. Io e Toni (Vilander, N.d.R.) abbiamo coperto molti giri a Le Mans e abbiamo raggiunto il terzo posto. Abbiamo bisogno di dare continuità a quella prestazione nelle rimanenti delle gare dell’IMSA “.

“Watkins Glen è una pista molto veloce” ha detto Vilander. “ La chiave per un giro veloce è uscire bene dalla curva 11 fino alla Bus Stop. Sarà necessario avere una vettura scorrevole nelle Esses ma anche capace di essere competitiva nella stretta sezione Boot. Dobbiamo tornare protagonisti nella stagione dopo il ritiro a Detroit “.

La Ferrari di WeatherTech è terza nella battaglia per il titolo IMSA Michelin Endurance Cup, a sette punti dal leader. Dopo Watkins Glen, la Petit Le Mans sarà l’evento finale del campionato che comprende i quattro eventi più lunghi del programma WeatherTech Championship.

La Ferrari ha una ricca storia nella 6 Ore

La 6 Ore si svolge a Watkins Glen dal 1968. Charlie Kolb e Richard Rodriguez ottennero la vittoria nella gara inaugurale in una Ferrari Dino, mentre Mario Andretti e Ignazio Giunti giunsero terzi nel 1970, condividendo una Ferrari 512S.

Mark Donohue ha conquistato la pole nel 1971, dividendo la Ferrari 512M con Roger Penske. Donohue e il copilota David Hobbs si resero protagonisti di un bel confronto con Mario Andretti e Jackie Ickx in una Ferrari 512M per tutte le fasi iniziali dell’evento, ma entrambe le vetture furono costrette al ritiro per problemi meccanici.

Nel 1972, Ferrari conquistò la quinta edizione della Sei Ore, quando Andretti e Ickx tornarono a vincere in una Ferrari 312P. Ickx sconfisse la vettura gemella portata in gara da Ronnie Peterson e Tim Schenken dopo aver preso il comando a soli otto giri dalla fine. Ickx tornò l’anno seguente per finire secondo con Brian Redman, una posizione davanti ai compagni di squadra Arturo Merzario e Carlos Pace.

Dopo aver sollecitato i funzionari di Watkins Glen International a “riportare indietro la Sei Ore”, il pilota Ferrari di lunga data Gianpiero Moretti vinse la gara nel 1996 dividendo la Ferrari F333 SP con l’italiano Max Papis in una gara IMSA GTP. L’anno seguente, Eliseo Salazar e Rob Morgan arrivarono secondi, anch’essi al volante della F333 SP. Moretti, Mauro Baldi e Didier Theys vinsero l’evento del 1998 sanzionato USRRC, sempre condividendo la F333 SP.

La Ferrari ha ottenuto il suo quarto trionfo assoluto nella Sei Ore del 2001, con Theys, Baldi e Fredy Leinhard al volante della Ferrari F333 SP di Lista Doran Racing. Dopo l’introduzione dei Daytona Prototypes nel 2003, Ferrari ha continuato a correre in modo competitivo nella classe GT. Cort Wagner e Bill Auberlen si imposero nella classe GT con la 360GT della Scuderia Ferrari of Washington nel 2003, con Wagner e Brent Martini che chiusero al secondo posto l’edizione del 2004, dopo essersi aggiudicati la vittoria nella gara di agosto sulla pista corta.

Programma del weekend

Sabato sono previste le qualifiche della classe GTD alle 11:35 ora locale. La 6 Ore del Glen vedrà la bandiera verde domenica mattina alle 9:45.