Scuderia Corsa difende la grande tradizione Ferrari alla 12 Ore di Sebring
IMSA

Scuderia Corsa difende la grande tradizione Ferrari alla 12 Ore di Sebring

Sebring, Florida | 12 marzo 2019

Scuderia Corsa difenderà i colori Ferrari nella leggendaria 12 Ore di Sebring, in programma sabato 16 marzo. Cooper MacNeil, Toni Vilander e Jeff Westphal saranno al volante della Ferrari 488 GT3 numero 63 del team Scuderia Corsa WeatherTech, nella gara valida come seconda prova del campionato IMSA WeatherTech SportsCar.

Il team americano aveva conquistato nel 2016 la vittoria di classe con la Ferrari 488 GT3 affidata a Christina Nielsen, Jeff Segal e Alessandro Balzan. La vittoria fu la prima delle oltre 200 conquistate dalla Ferrari 488 GT3 nelle competizioni internazionali.

Dimenticare Daytona. Dopo un inizio molto promettente, MacNeil, Vilander, Westphal e Dominik Farnbacher avevano chiuso in ventitreesima posizione la 24 Ore di Daytona, caratterizzata da condizioni meteorologiche particolarmente avverse. Il team stava occupando la quarta posizione dopo 18 ore, dopo essere stato in testa due volte per più di un’ora. L’aumento dell’intensità della pioggia, provocava l’incidente che vedeva protagonista Toni Vilander, impossibilitato ad accorgersi di una vettura più lenta che si apprestava ad affrontare una chicane. Vilander ha comunque conquistato due punti bonus nella Michelin Endurance Cup avendo tagliato in seconda posizione il traguardo allo scoccare esatto della dodicesima ora. I piloti Ferrari hanno lasciato Daytona con 10 punti in classifica, grazie ai quali occupano la quarta posizione nella classifica assoluta. Dopo la 12 Ore di Sebring, il calendario di questo speciale campionato prevede ancora la 6 Ore di Watkins Glen e la Petit Le Mans a Road Atlanta.

Trentasette e dodici. Nelle 66 edizioni della 12 Ore di Sebring, Ferrari ha conquistato 12 vittorie assolute e 37 di classe. La Ferrari F333 SP ha vinto questa gara tre volte tra il 1995 e il 1998. Gianpiero Moretti, Mauro Baldi e Didier Theys si imposero nel 1998 con la vettura del team Momo mentre Andy Evans e Fermin Velez salirono due volte sul gradino più alto del podio nel 1995 e 1997 con il team Scandia Motorsports.

Sette delle dodici vittorie assolute vennero conquistate dalla Casa di Maranello tra il 1956 e il 1964. Juan Manuel Fangio e Eugenio Castellotti consegnarono alla Ferrari il primo trionfo nel 1956 condividendo una Ferrari 860 Monza, mentre l’americano Phil Hill si impose in due edizioni consecutive nel 1958 e 1959 al volante della 250 TR. Hill vinse una terza volta due anni più tardi, inaugurando per Ferrari una sequenza di quattro vittorie consecutive che si concluse nel 1964.

Mario Andretti riportò una vettura del Cavallino Rampante al successo assoluto nel 1970, guidando la Ferrari 512S e, assieme a Jacky Ickx, la Ferrari 312P nel 1972. In tempi più recenti, le Ferrari si sono imposte nella classe GT per quattro volte nel quinquennio 2007-2001, con tre trionfi ottenuti da Jamie Melo, fino ad arrivare alla vittoria di Scuderia Corsa nel 2016 nella classe GTD.

Programma. La 12 Ore di Sebring prenderà il via alle 10:40 (ora locale) di sabato 16.