Primo shakedown per la 488 GTE virtuale per Le Mans
Virtual 24 ore di Le Mans

Primo shakedown per la 488 GTE virtuale per Le Mans

Maranello | 29 maggio 2020

Una vera e propria corsa contro il tempo si è conclusa nel pomeriggio di ieri quando da uno dei box di Le Mans è uscita la Ferrari 488 GTE per iniziare il primo collaudo dinamico in pista in preparazione della prima 24 Ore di Le Mans virtuale della storia. Affidata ai piloti ufficiali di Competizioni GT, James Calado e Miguel Molina, la vettura di Maranello ha affrontato i lunghissimi rettifili e le leggendarie curve del circuito di Le Mans per verificare il comportamento del modello virtuale appena rilasciato all’interno della piattaforma di rFactor2.

È stato un buon test”, ha dichiarato Calado, “abbiamo raccolto dati utili che adesso saranno analizzati dai nostri ingegneri per capire il livello di competitività della vettura e le principali aree di sviluppo e ottimizzazione del setup”. Il vincitore dell’edizione 2019, nonostante il collaudo svolto non sarà al via della gara virtuale, ma è già proiettato all’appuntamento con i 13.626 metri del tracciato reale che l’anno scorso era stato in grado di dominare assieme ai compagni Alessandro Pier Guidi e Daniel Serra. “Vincere a Le Mans è stata una delle esperienze memorabili della mia vita” ha aggiunto il pilota inglese “e l’emozione che ho provato quando abbiamo vinto è stata immensa. Imporsi in questa gara è davvero speciale e farlo con Ferrari un privilegio. L’edizione di quest’anno sarà molto importante per il campionato e stiamo già lavorando per cercare di confermare il risultato del 2019”.

Anche Miguel Molina, abitualmente al volante della 488 GTE numero 71, ha saggiato il comportamento della vettura virtuale ricavandone buone indicazioni. “È la prima volta che affronto uno shakedown digitale”, ha commentato lo spagnolo, “è un’esperienza inedita! È ancora presto per dire se la macchina sia competitiva o meno, lo vedremo quando affronteremo i nostri avversari anche se le prime indicazioni sono positive. Il tempo che ci separa dalla gara è davvero poco ma cercheremo di fare il possibile per trovare velocemente i limiti virtuali della vettura. Abbiamo definito un programma di lavoro alquanto intenso assieme ai piloti che prenderanno parte alla gara, sarà una sfida nella sfida ma ci faremo trovare pronti”.

La Ferrari 488 GTE inizierà ora una serie di test in cui saranno impegnati i piloti che prenderanno parte alla 24 Hours of Le Mans Virtual in programma sabato 13 e domenica 14 giugno.


Drivers