I commenti dopo le qualifiche del WEC a Silverstone
WEC

I commenti dopo le qualifiche del WEC a Silverstone

Silverstone | 31 agosto 2019

James Calado: “Siamo stati molto competitivi con entrambe le vetture e il lavoro svolto nelle prove libere ci ha permesso di ottimizzare le performance anche per la qualifica. Il mio giro non è stato perfetto, ho commesso alcune piccole imprecisioni ma Alessandro è stato straordinario siglando anche il giro più veloce della sessione che ci ha permesso di precedere i nostri compagni di squadra. Domani la corsa sarà difficile, una gara sprint dal primo all’ultimo giro e pertanto dovremo fare del nostro meglio. Speriamo di ripetere quanto fatto alcuni anni fa, andando in fuga e poi gestendo il vantaggio fino al traguardo, ma ci aspettiamo che le Porsche siano competitive in gara, pertanto non sarà facile”.

Alessandro Pier Guidi: “Il giro è stato molto buono e la 488 GTE era fantastica da guidare. Penso che il nuovo asfalto ci abbia favorito perché siamo stati in grado di trovare un buon feeling con la pista sin dai primi metri. La squadra ci ha messo a disposizione una vettura perfetta, agevolando il nostro lavoro. Le aspettative per la gara rimangono elevate anche se già in passato abbiamo dimostrato che non serve partire dalla pole per vincere una corsa. Anche se sono molto felice di iniziare la stagione in questo modo, siamo consapevoli che i punti vengono messi in palio domani e cercheremo di farci trovare pronti”.

Davide Rigon: “Sono molto felice per il risultato. Abbiamo effettuato la scelta di gomme corretta per la qualifica e crediamo lo sia anche per la gara di domani. Sono molto contento del bilanciamento della vettura ed è stato davvero molto bello guidare la nostra Ferrari in questa sessione. Sono contento del mio tempo in qualifica così come di quello di Miguel, alla sua prima a tempo pieno nel WEC. Siamo arrivati molto vicini ai nostri compagni e domani speriamo di riuscire ad effettuare una buona gara, puntando anche alla vittoria”.

Miguel Molina: “Sono soddisfatto della mia prima qualifica nel WEC. Rispetto a quelle di altri campionati la pressione qui è decisamente maggiore, tuttavia credo di aver effettuato un buon giro. Mi dispiace di aver perso un paio di decimi nel mio secondo tentativo, altrimenti la nostra posizione di partenza sarebbe potuta essere ancora più interessante. Il risultato odierno è assolutamente buono ed è importante partire davanti anche se la gara sarà difficile”.