Sei Ferrari nella gara d’esordio della Season 8 del WEC
WEC

Sei Ferrari nella gara d’esordio della Season 8 del WEC

Maranello | 30 agosto 2019

Dopo il Prologo disputato a Barcellona lo scorso luglio, entra nel vivo l’attesa Season 8 del FIA World Endurance Championship (WEC) con la 4 Ore di Silverstone. La nuova stagione segue di pochi mesi la fine della Super Season 2018-2019, conclusa con la splendida affermazione della 488 GTE di AF Corse guidata da James Calado, Alessandro Pier Guidi e Daniel Serra alla 24 Ore di Le Mans. Nella gara di apertura, la cui durata quest’anno è stata ridotta da sei a quattro ore, saranno impegnate sei Ferrari, due nella classe LMGTE Pro e quattro nella classe LMGTE Am.

LMGTE Pro. Terza stagione per l’equipaggio italo-britannico composto da Alessandro Pier Guidi e James Calado al volante della 488 GTE di AF Corse. Nel FIA WEC il duo ha conquistato cinque vittorie, tra cui una 24 Ore di Le Mans, laureandosi campione nel 2017 e concludendo in seconda posizione la Super Season 2018-2019. Il duo si impose nella 6 Ore di Silverstone della scorsa stagione. Sarà inedita, invece, la coppia al volante della 488 GTE di AF Corse numero 72, anche se i due componenti dell’equipaggio, il confermato Davide Rigon e Miguel Molina, hanno già gareggiato assieme al volante di questa vettura nelle gare del FIA WEC che prevedono il terzo pilota.

LMGTE Am. Tra conferme e novità, le Ferrari impegnate in questa classe cercheranno di riscattare i risultati della passata stagione. Saranno due le vetture schierate da AF Corse, la numero 54, affidata ai confermati Thomas Flohr, Francesco Castellacci e Giancarlo Fisichella, e la numero 83, con François Perrodo, Emmanuel Collard e Nicklas Nielsen, al debutto nella serie. Novità anche per il team MR Racing, dove assieme a Motoaki Ishikawa e Olivier Beretta si calerà nell’abitacolo della Ferrari anche Kei Cozzolino. La quarta ed ultima vettura del Cavallino Rampante al via è la 488 GTE del debuttante Red River Sport che schiera Bonamy Grimes, Johnny Mowlem e Charles Hollings.

Silverstone. Lo storico tracciato inglese, lungo 5890 metri, ospita il primo appuntamento in calendario. È una pista che, anche dopo la nuova configurazione introdotta nel 2010, mantiene inalterate le sue caratteristiche di medio-alta velocità con alcuni tratti distintivi come Copse, Maggotts, Becketts e Stowe che la rendono una delle preferite tra i piloti. Un tracciato dove i compromessi in termini di assetto, pilotaggio e carico aerodinamico sono molteplici e dove è sempre presente il rischio pioggia.

Orari. Il programma in pista prende il via nella giornata di venerdì con due sessioni di prove libere di 90 minuti previste alle 11:40 e alle 16:30 ora locale, mentre sabato mattina, alle ore 9:00, inizierà la terza ed ultima ora di prove non cronometrate. Le vetture verranno quindi preparate per le qualifiche che si disputeranno alle 11:50 per concludersi 20 minuti più tardi. Domenica, alle ore 12:00 verrà invece spento il semaforo per il via della gara e di una nuova stagione.