Helmet story: Nicklas Nielsen
WEC

Helmet story: Nicklas Nielsen

Maranello | 21 aprile 2020

Si dice che il disegno di un casco sia lo specchio del pilota che lo indossa. Racconta la sua personalità, la sua storia, i suoi eroi. Quello di Nicklas Nielsen non fa eccezione. Il giovane pilota danese, diventato ufficiale Ferrari lo scorso anno, ha scelto cromie che raccontano il legame con la sua nazione, uno schema semplice ed un richiamo al pilota che lo ha ispirato, Michael Schumacher.

Quando ho iniziato a gareggiare con i kart” racconta Nielsen “il mio casco era bianco, impreziosito dagli adesivi dei costruttori ufficiali per cui correvo. Non c’è un motivo particolare per cui non impiegassi un disegno distintivo, mi piaceva l’idea di avere un casco semplice. Con il passare degli anni anche io ho deciso di personalizzarne lo stile, mantenendo però intatta la volontà che fosse semplice e pulito. Quest’anno, dopo essere stato nominato pilota ufficiale Ferrari per le competizioni GT, ho voluto qualcosa di leggermente diverso ed evolutivo”.

Dopo aver dominato il Ferrari Challenge, Nielsen ha fatto apprezzare il suo talento nella European Le Mans Series, vinta con i colori di Luzich Racing, e nel WEC dove divide il volante della 488 GTE con Perrodo e Collard. Con l’inizio del 2020, il danese ha voluto rinnovare lo schema grafico del suo casco. “Il design che ho scelto per questa stagione” continua il 23enne di Hørning “è ancora più semplice ed essenziale rispetto a quello con cui ho iniziato la Season 8 del WEC. Ho scelto di usare il bianco ed il rosso che si adattano molto bene sia alla bandiera danese che alle Ferrari, optando però per una verniciatura opaca. Avrei dovuto iniziare ad usare questo casco dalla 1000 Miglia di Sebring ma purtroppo non è stato possibile. Non vedo l’ora di portarlo in pista non appena riprenderemo a gareggiare”.

In alcuni casi i piloti usano colori o disegni che si ispirano a quelli dei loro idoli del passato. Nielsen, invece, ha voluto inserire un richiamo ad un elemento presente in quello del suo pilota preferito. “Non c’è un casco particolare a cui mi sia ispirato per il design del mio. Uno dei miei preferiti rimane quello di Michael Schumacher quando gareggiava per la Ferrari. Quand’ero piccolo lo guardavo sempre in televisione ed era il mio eroe. Il suo casco era speciale, rosso, con le stelle sulla calotta e il grande scudetto con il Cavallino Rampante, lo stesso che ho usato per il mio”.


Drivers