Il Ferrari Challenge North America transita sul Brickyard
Challenge NA

Il Ferrari Challenge North America transita sul Brickyard

Indianapolis | 17 luglio 2019

Ritorna sul famoso Indianapolis Motor Speedway per il suo quinto round stagionale il Ferrari Challenge North America che, dal 26 al 28 luglio sarà protagonista sul catino dell’Indiana. L’iconico speedway ha costruito la sua leggenda grazie alla 500 miglia che si disputa da oltre un secolo nel weekend del Memorial Day e che ha ospitato il Gran Premio degli Stati Uniti ad inizio degli anni 2000. I piloti del Ferrari Challenge, in ogni caso, affronteranno il tracciato “Grand Prix” che utilizza il rettilineo principale ed un mix di 13 curve nello spazio interno del circuito.

Trofeo Pirelli. Cooper MacNeil (Scuderia Corsa – Ferrari of Westlake) ha rafforzato la sua posizione in campionato nel Trofeo Pirelli, conquistando una doppietta a Montreal e garantendosi quasi 40 punti di vantaggio sul suo rivale più vicino, Benjamin Hites (The Collection). Thomas Tippl (Scuderia Corsa, Ferrari of Beverly Hills) conserva un piccolo margine di due soli punti su Martin Burrowes (Ferrari of Ft Lauderdale) dopo che Tippl non aveva preso parte in Gara-2 a Montreal dopo i danni riportati a seguito dell’incidente in Gara-1.

Trofeo Pirelli AM. Ziad Ghandour (Boardwalk Ferrari) ha consolidato il suo ruolo di capofila nel Trofeo Pirelli Am dopo aver disputato metà stagione. Il suo margine su Neil Gehani (Continental Autosports) è di 24 punti, un gap generato dopo che Ghandour aveva guadagnato 24 punti durante il weekend a Montreal contro i 15 del rivale. Danny Baker (Ferrari of Palm Beach) tornerà nella Coppa Shell ad Indianapolis così Dave Musial (Lake Forest Sports Car) prenderà la terza posizione ma sarà messo sotto pressione da Brent Holden (Ferrari of Newport Beach) sulla scia della prima vittoria conquistata a Montreal dal pilota americano.

Coppa Shell. Mark Issa (Ferrari of Atlanta) ha confermato il suo momento di forma a Montreal, dopo essersi ritagliato il ruolo di favorito nella categoria. Brian Davis (Ferrari of Palm Beack), proveniente dalla Coppa Shell Am, ha iniziato tuttavia ad essere sempre più competitivo nella nuova classe. Dopo aver conquistato quattro successi consecutivi nella Coppa Shell Am, Davis è stato promosso nella Coppa Shell a Laguna Seca, dove però ha fatto molta fatica. A Montreal, invece, il debuttante ha conquistato il suo primo podio della carriera chiudendo la gara al terzo posto e cercherà di continuare il momento positivo anche a Indianapolis. Attualmente terzo in classifica, Dale Katechis (Miller Motorcars) può contare su tre soli punti di vantaggio su Claude Senhoreti (Ferrari of Ft Lauderdale).

Coppa Shell AM. Questa categoria rimane la più combattuta e la più affollata nel campionato 2019. Jay Schreibman (Cauley Ferrari), dopo un anno di apprendistato nella categoria mantiene soli 13 lunghezze di vantaggio su Eric Marston (Scuderia Corsa – Ferrari of Westlake) con sei gare ancora da disputare. Marston può contare su due soli punti di vantaggio su Gianni Grilli (Ferrari of Quebec) che è a soli sei punti di distanza da Gianni Grilli (Ferrari of Quebec) che a sua volta precede di sei punti Brad Horstmann (Foreign Cars Italia). Con quattro piloti abitualmente sul podio, chi compirà meno errori sarà avvantaggiato nella lotta per il titolo.

Programma. Le vetture del Ferrari Challenge saranno impregnate per i test private giovedì, cui seguiranno le libere nella giornata di venerdì. La qualifica e le gare si svolgeranno sabato e domenica, trasmesse live in entrambi I casi su live.ferrari.com.


Latest news