Pronti alla sfida delle sconnessioni a Sebring
Challenge North America

Pronti alla sfida delle sconnessioni a Sebring

Englewood Cliffs, New Jersey | 5 aprile 2019

Il Ferrari Challenge North America è partito alla volta del Sebring International Raceway dove, dal 5 al 7 aprile, si disputerà il secondo dei sette round previsti in calendario. Cinquantuno piloti si sfideranno lungo il famoso circuito di 6.020 metri e le sue 17 curve, già a partire dalle prove libere di venerdì, cui seguiranno le qualifiche e la gara sia sabato che domenica.

Storia. La tradizione di Sebring nel mondo delle competizione sportive nord americane iniziò due anni dopo la sua apertura con una gara di durata di ben 12 ore che venne subito battezzata come la 12 Ore di Sebring. Disputata inizialmente sulle piste di decollo ed atterraggio dell’adiacente aeroporto, la pista divenne famosa per la sua superficie irregolare e per la totale assenza di alterazioni altimetriche, un effetto collaterale della topografia della Florida. Disputata ogni anno dal 1952, la 12 Ore di Sebring è diventata una vera e propria icona delle corse di durata per vetture sport, tanto negli Stati Uniti quanto a livello internazionale, ed è stata lo scenario di alcune tra le più famose vittorie di Ferrari nella categoria, con il primo successo ottenuto nel 1956, fino al più recente con la straordinaria 333SP nel 1998.

Sconnessioni. È la prima volta che il Ferrari Challenge visita il circuito nel sud della Florida in questo decennio, pertanto molti piloti scopriranno per la prima volta la caratteristica principale di questa pista: le sconnessioni. Due curve, la 1 e la 17, si distinguono per le ondulazioni dell’asfalto che richiedono concentrazione e precisione per superarle senza problemi. Nella curva 1 il punto di corda non è visibile nell’approccio alla piega e richiede una traiettoria con cui si sfiora il muro all’interno. In uscita, la carreggiata si restringe e presenta un cambio di superficie, dal cemento all’asfalto, rendendo molto difficile superare indenni il primo giro. La curva 17, invece, propone una sfida se possibile anche più grande delle sconnessioni che la caratterizzano. I piloti la affrontano in settima marcia per scalare fino in quarta, avendo però modo di scegliere traiettorie diverse, tutte egualmente efficaci. Questa curva presenta le sconnessioni peggiori dell’intero circuito, rendendo problematica la fase di accelerazione. Ammirare le 488 Challenge ed i loro piloti affrontare questi tratti della pista sarà uno degli elementi di maggior interesse del weekend.

Streaming. La seconda gara stagionale del Ferrari Challenge sarà trasmessa in diretta su live.ferrari.com, gratuitamente ed in tutto il mondo. Durante il fine settimana sarà proposta una programmazione che permetterà di conoscere più da vicino la serie ed i suoi piloti, oltre che di seguire le emozioni delle gare in Florida.

Duelli. Sebbene la stagione sia appena iniziata, non mancano le lotte in classifica. Nel Trofeo Pirelli, Cooper MacNeil (Scuderia Corsa, Ferrari of Westlake) precede Benjamin Hites (The Collection) di quattro punti. I due si sono alternati sul gradino più alto del podio al COTA e la rivalità prevedibilmente continuerà per l’intera stagione. Nel Trofeo Pirelli AM, Ziad Ghandour (Boardwalk Ferrari) grazie al successo in Gara-2, alla pole position e al giro più veloce ottenuto, ha otto punti di vantaggio sul suo inseguitore più ravvicinato Todd Morici (Wide World Ferrari) che, a sua volta, è una lunghezza avanti a Barry Zekelman (Ferrari of Ontario). Nella Coppa Shell, Danny Baker (Ferrari of Palm Beach) precede Mark Issa (Ferrari of Atlanta) di otto punti dopo aver vissuto un weekend perfetto con due vittorie. Nella Coppa Shell AM, Brian Davis (Ferrari of Palm Beach) ha conseguito un risultato analogo ma rispetto a Baker può contare su un vantaggio molto più ampio da difendere. Ian Campbell (Ferrari of New England) attualmente comanda il gruppo dei piloti a caccia di Davis ma deve recuperare 19 punti di ritardo, uno in meno di Eric Marston (Scuderia Corsa, Ferrari of Westlake).

Programma. L’azione in pista inizierà venerdì con le prime prove libere, mentre sabato e domenica sono previste le qualifiche e la gara. La trasmissione dell’evento in diretta streaming inizierà alle 9:30 (ora locale) di sabato e si concluderà dopo la cerimonia del podio alle 15:35 (in Italia saranno rispettivamente le 15:30 e le 21:35), mentre domenica la diretta prenderà il via alle 9:40 per concludersi alle 14:30, dopo il podio di Gara-2 (in Italia, dalle 15:40 alle 20:30).


Latest news