Primi verdetti per il Challenge North America ad Homestead
Challenge NA

Primi verdetti per il Challenge North America ad Homestead

Homestead, Florida | 9 settembre 2019

Hites, Musial, Perrina e Campbell salgono sul gradino più alto del podio nell’ultimo appuntamento del Ferrari Challenge North America prima del weekend del Mugello.

Il Ferrari Challenge North America ha completato il suo calendario nordamericano con due spettacolari gare disputate domenica sulla pista di Homestead-Miami.  Nonostante temperature e tassi di umidità alquanto elevati nel weekend, i piloti hanno dato il meglio regalando ancora una volta grande spettacolo in pista.

Mark Issa è campione della Coppa Shell. La gara disputata oggi ha laureato il primo campione del Ferrari Challenge per la stagione 2019.  Mark Issa, con il suo secondo posto nella gara di domenica, si è aggiudicato il titolo di campione della Coppa Shell, battendo il suo rivale Brian Davis.  Issa conquista il campionato nella sua prima stagione nel Ferrari Challenge con sei vittorie e tre secondi posti.  Sin dai primi giri nella serie Issa ha dimostrato velocità e costanza guadagnando numerose pole position e giri più veloci, mancando il podio in due sole gare sulle dodici previste dal calendario.

Trofeo Pirelli. Benjamin Hites (The Collection) ha conquistato la vittoria in Gara-2 nel Trofeo Pirelli, dopo che Cooper MacNeil (Scuderia Corsa – Ferrari of Westlake) ha nuovamente sofferto di problemi meccanici che gli hanno impedito di convertire la sua pole position in vittoria.  Fin dalle prime fasi della corsa, MacNeil è stato in difficoltà perché Hites è stato in grado di scavalcarlo all’esterno nella veloce Curva 1, ponendo le basi per un successo che non sarebbe stato più messo in discussione.  Alle sue spalle, Marc Muzzo è salito sul podio per la seconda volta nel weekend, chiudendo la gara ad oltre 20 secondi dal giovane pilota cileno.  Martin Burrowes (Ferrari of Ft. Lauderdale) ha guadagnato il terzo posto, ma non è stato in grado di battagliare con i primi dopo essere incappato in un testacoda alla curva 1.  Alla fine, a causa di una griglia di partenza meno affollata del solito, MacNeil è riuscito a concludere la propria prova al quarto posto, portando a casa punti preziosi per il campionato.

Trofeo Pirelli AM. Il Trofeo Pirelli AM ha visto una piccola ripetizione della gara di sabato, con Ziad Ghandour (Boardwalk Ferrari) all’inseguimento di Dave Musial (Ferrari of Lake Forest) per la prima posizione, pur senza riuscire nell’impresa. Dave Musial ha conquistato così il secondo successo del fine settimana, dopo aver tagliato il traguardo con tre secondi di margine su Ghandour. La battaglia tra Brent Holden (Ferrari of Newport Beach) e John Megrue (Ferrari of Long Island) ha dato spettacolo per gran parte la gara, come già avvenuto sabato.  Holden è stato in grado di superare la difesa aggressiva che Megrue ha opposto e si è assicurato il terzo posto finale che premia i suoi sforzi.

Coppa Shell. Roberto Perrina (Ferrari of Seattle) è stato promosso in Coppa Shell dopo la sua notevole prestazione il sabato e ha immediatamente dato continuità al suo dominio, andando ad aggiudicarsi una vittoria indiscussa su Mark Issa (Ferrari of Atlanta).  Mark Issa, tuttavia, ha fatto esattamente quello che doveva fare, assicurandosi abbastanza punti per vincere la Coppa Shell del Ferrari Challenge North America.  Con un vantaggio di 45 punti su Brian Davis (Ferrari of Palm Beach), nella peggiore delle ipotesi l’assegnazione del titolo avverrebbe al pilota con il numero maggiore di vittorie e secondi posti. Mentre i due potrebbero teoricamente eguagliare le vittorie totali della stagione, Issa potrebbe contare su tre secondi posti rispetto all’unico conquistato da Davis. Tornando alla gara, Osvaldo Gaio (Miller Motorcars) è tornato trionfalmente sul podio, arrivando terzo, con due secondi di vantaggio su Brian Davis (Ferrari of Palm Beach) quarto al traguardo.

Coppa Shell AM. Ian Campbell (Ferrari of New England) si è assicurato che la sua stagione iniziasse e si concludesse nel miglior modo possibile, aggiudicandosi Gara-2 sull’Homestead-Miami Speedway, battendo Jay Schreibman (Cauley Ferrari) di poco meno di cinque secondi.  Anche Sureel Choksi (Ferrari di Denver) è salito sul podio dopo aver tagliato il traguardo con sei secondi di ritardo da Jay Schreibman.

Appuntamenti. Il Ferrari Challenge North America ha ora completato la sua stagione nordamericana e tornerà in Italia per le Finali Mondiali al Mugello.  L’azione in pista per i concorrenti nordamericani inizierà il 23 ottobre e proseguirà fino al 27 ottobre.  I titoli non ancora assegnati saranno decisi nelle giornate venerdì e sabato, mentre tutte e tre le serie si confronteranno domenica per le Finali Mondiali.


Latest news