Season Review 2018
F1 Clienti | XX Programmes

Season Review 2018

Maranello | 21 dicembre 2018

Un anno pieno di emozioni

Emozioni senza tempo e l’esclusività di un rapporto unico con il marchio Ferrari sono i pilastri su cui hanno trovato solide fondamenta le attività di Corse Clienti denominate F1 Clienti e Programmi XX. Due iniziative senza paragoni grazie alle quali alcuni clienti esclusivi possono affrontare al volante delle loro monoposto o delle vetture laboratorio “XX” tracciati tanto impegnativi quanto spettacolari.

Austin. Il primo evento della stagione 2018 è andato in scena ad Austin, in Texas, ai Ferrari Racing Days, dove dieci monoposto (che coprivano un arco temporale di quasi due decenni, dalla 412 T2 del 1995 alla F138 del 2013), due F333 SP e ventuno “XX” hanno dato spettacolo lungo la pista che ospita il Gran Premio degli Stati Uniti di Formula 1. Sotto lo sguardo attento di Marc Gené e degli altri tutor, hanno debuttato i primi tre esemplari di FXX-K Evo, la novità assoluta del 2018, che aggiunge ai 1050 cavalli di potenza ibrida un nuovo kit aerodinamico per prestazioni ancora più elettrizzanti.

Atlanta. A Road Atlanta, nel secondo appuntamento in calendario, sette monoposto – tra cui una F2004 che permise a Michael Schumacher di conquistare il suo settimo titolo mondiale piloti – hanno diviso i box con cinque tra FXX-K Evo e FXX K, otto tra 599XX Evo e 599XX e una FXX. La pista, vecchio stile e caratterizzata da continui saliscendi, è stata un banco di prova perfetto per la meccanica delle vetture e per saggiare l’abilità dei piloti che, presa confidenza con i punti più impegnativi del tracciato, lungo poco più di quattro chilometri, si sono cimentati con vero e proprio entusiasmo. A divertirsi più di tutti Marc Gené, autore del record della pista in 1:01.2 al volante di una F2003-GA.

Motor Legend Festival. Ad Imola, per la terza tappa stagionale, il pubblico del Motor Legend Festival ha potuto ammirare otto FXX K e la FXX-K Evo con il nuovo kit aerodinamico, ma anche la F1-89, prima monoposto con cambio semiautomatico al volante, la F2002, la F2003-GA, la F2007 e la F2008 tutte vincitrici del titolo costruttori. Protagonista lungo i 4.909 metri del circuito del Santerno anche una F333 SP, la barchetta che ha scritto pagine gloriose nella storia del motorsport.

Leggendaria Spa-Francorchamps. Grande entusiasmo di pubblico nella splendida cornice di Spa-Francorchamps, dove nonostante il meteo particolarmente difficile la domenica, in occasione dei Ferrari Racing Days europei sono scese in pista monoposto straordinarie come la F138 del 2013, la F2008, la F2007, la F2002 e la F2001. Oltre a queste c’era anche una F333 SP. Non sono passate inosservate nemmeno le vetture dei Programmi XX, con il debutto su questa pista della FXX-K Evo, accompagnata da FXX, 599XX, 599XX Evo ed FXX K.

Shanghai. Oltre 45000 spettatori hanno invece assistito ai Ferrari Racing Days di Shanghai dove, oltre al debutto delle quattro FXX-K EVO, il pubblico si è potuto godere anche le FXX K, le 599XX e le FXX. Tra le monoposto di F1 Clienti da segnalare la F2004, la vettura dei record che regalò a Michael Schumacher il suo settimo e ultimo titolo mondiale di Formula 1, e una F10 appartenuta a Fernando Alonso.

Giappone. Dalla Cina al Giappone, per il sesto appuntamento in calendario, sulla pista del Fuji, dove gli estimatori giapponesi, oltre alle vetture XX, hanno potuto ammirare due monoposto molto importanti nella storia della Scuderia Ferrari: la F1-89 e la potentissima 412 T2 del 1995, l’ultima dotata di un motore V12.

Brno. Il rientro in Europa è avvenuto sul circuito di Brno, in Repubblica Ceca, dove tra le monoposto hanno girato la F2001, la F2007 e la F150° Italia. Le FXX, invece, si sono alternate alle 599XX e 599XX EVO, nonché alle FXX K con il loro design accattivante e alla straordinaria FXX-K Evo che sui saliscendi cechi ha saputo esaltare i propri piloti.
Il tracciato di Barcellona ha ospitato l’ottavo evento stagionale, dove la F1-89, che non fece in tempo a gareggiare qui, ha diviso la pista con monoposto capaci di scrivere pagine piene di gloria in Spagna, come la F2001, la F2004 o la F138 che permise ad Alonso di imporsi davanti al pubblico di casa. Anche a Barcellona tra le vetture dei Programmi XX c’era la FXX-K Evo.

Paul Ricard. Prima delle Finali Mondiali i protagonisti delle due attività più speciali di Corse Clienti si sono ritrovati al Paul Ricard, dove la Ferrari conquisto la sua vittoria numero cento in Formula 1 nel 1990 e dove, oltre alla FXX-K EVO, ha girato anche la F1-2000 con la quale Michael Schumacher riuscì a interrompere il digiuno nella corsa al titolo iridato tra i piloti che durava dal 1979.

Finali Mondiali. Le Finali Mondiali a Monza hanno offerto il perfetto scenario per la conclusione della stagione. In quello che universalmente è conosciuto come il tempio della velocità, hanno dato spettacolo venti monoposto, lo stesso numero di quelle che prendono il via in un Gran Premio di Formula 1 odierno, e oltre quaranta vetture dei Programmi XX, che hanno estasiato le oltre 30.000 persone accorse all’Autodromo Nazionale.


Latest news