Piloti più forti del caldo in Gara-1 a Homestead
Ferrari Challenge North America

Piloti più forti del caldo in Gara-1 a Homestead

Homestead, Florida | 8 settembre 2019

Caldo ed umidità eccezionali hanno contraddistinto anche le due gare del sabato del Ferrari Challenge North America in programma sull’Homestead-Miami Speedway. Con temperature superiori ai 35°C i piloti hanno beneficiato del sistema di aria condizionata presente nelle 488 Challenge per riuscire a mantenere alta la concentrazione all’interno dell’abitacolo. Le difficoltà non sono mancate dal momento che tutti i protagonisti della serie cercavano di guadagnare punti importanti per i titoli nelle varie classi che non hanno ancora un vero e proprio padrone.

Trofeo Pirelli. Benjamin Hites (The Collection) si è aggiudicato una vittoria in Gara-1 fondamentale per il campionato dopo che Cooper MacNeil (Scuderia Corsa – Ferrari of Westlake) è stato afflitto da problemi tecnici che lo hanno costretto al ritiro. Dopo essere scattato dalla terza casella in griglia, il cileno ha iniziato a mettere pressione a Martin Burrowes (Ferrari of Ft. Lauderdale) mentre MacNeil cercava di guadagnare un primo vantaggio sugli avversari. Dopo aver visto i primi segnali del problema che avrebbe escluso dalla corsa MacNeil da li a poco, Hites raddoppiava gli sforzi per passare Burrowes, riuscendo nell’impresa, nonostante una difesa molto decisa da parte del pilota americano. Le manovre del pilota di Ferrari of Ft. Lauderdale mettevano alla frusta le coperture e di questo risentiva il suo ritmo di gara che lasciava spazio alla rimonta e al sorpasso di Marc Muzzo (Ferrari of Ontario), che relegava al terzo posto finale Burrowes.

Trofeo Pirelli AM. Dave Musial (Ferrari of Lake Forest) ha conquistato il primo successo nel Trofeo Pirelli Am mantenendo alle sue spalle un aggressivo Ziad Ghandour (Boardwalk Ferrari) per i trenta minuti di durata della corsa. Mentre Musial rimaneva concentrato per eseguire una guida senza sbavature mirata ad una migliore uscita dalle curve, Ghandour adottava un approccio opposto, utilizzando in maniera decisa erba e cordoli per cercare di guadagnare anche il minimo vantaggio. Nonostante la tensione, lo stile di guida di Musial risultava più efficace e gli consegnava la vittoria. Il terzo posto premiava Neil Gehani (Continental Autosports), e faceva salire sul podio i piloti che occupano attualmente le prime tre posizioni nella classifica, rendendo la gara di domenica ancora più interessante in prospettiva campionato.

Coppa Shell. Mark Issa (Ferrari of Atlanta) ha trasformato la pole position conquistata nella sessione del mattino in una autorevole vittoria che gli consente di allungare ulteriormente in classifica. Brian Davis (Ferrari of Palm Beach) ha continuato la sua progressione con un ottimo secondo posto, sfruttando le fasi di bandiere gialle nelle fasi finali della corsa per precedere Claude Senhoreti (Ferrari of Ft. Lauderdale) di sei secondi. Con un numero di partecipanti maggiore rispetto al Trofeo Pirelli, la gara della Coppa Shell ha prodotto uno spettacolo all’altezza della serie.

Coppa Shell AM. Roberto Perrina (Ferrari of Seattle) ha segnato il suo debutto nella serie con una splendida vittoria, intraprendendo una lunga quanto intensa battaglia con il leader della Coppa Shell, Mark Issa. I due si sono confrontati per l’intera durata della corsa, separati da pochi decimi, dando vita ad un duello corretto e pulito. Perrina ha preceduto sul traguardo Jay Schreibman (Cauley Ferrari) di sette secondi mentre il leader della classifica di classe, Brad Horstmann (Foreign Cars Italia), ha completato il podio in terza posizione.

Appuntamenti. Il Ferrari Challenge Trofeo Pirelli concluderà la sua campagna americana domenica, con le qualifiche che prenderanno il via alle 9:35 ora locale, mentre le gare si disputeranno nel pomeriggio a partire dale ore 13:30.


Latest news