Vittoria di Schirò. Prette e Jansen campioni
Vittoria di Schirò. Prette e Jansen campioni

Challenge Europe

Vittoria di Schirò. Prette e Jansen campioni

26 Ottobre 2019

La seconda gara del weekend del Mugello del Ferrari Challenge Europe è stata segnata da ben tre interventi della Safety Car dovuti ad altrettanti contatti tra i piloti. Ad imporsi, al termine di una corsa molto tesa, è stato Niccolò Schirò. Il successo finale del Trofeo Pirelli è comunque andato a Louis Prette. Titolo anche a Henrik Jansen nella Coppa Shell.

 

Trofeo Pirelli.

Niccolò Schirò (Rossocorsa) si aggiudica la vittoria di Gara-2, ma la classifica finale di classe vede al primo posto Louis Prette (Formula Racing). Inizialmente il titolo era stato assegnato a Schirò in quanto Prette aveva dovuto sommare 25 secondi al proprio tempo per aver superato in regime di Satefy Car, scivolando di varie posizioni nell’ordine di arrivo. Successivamente il collegio dei commissari è intervenuto nuovamente per applicare un’altra penalità: questa volta a Sam Smeeth (Baron Motorsport). In virtù di questa decisione Prette passa in quarta posizione e conquista i punti necessari per balzare definitivamente in cima alla graduatoria del Trofeo Pirelli.

Secondo al traguardo nella classe, Bjorn Grossmann (Octane 126) e terzo Adam Carroll (Ferrari Budapest), autore del giro più veloce. Il pilota stava lottando anche per la vittoria della corsa, ma ho dovuto scontare un drive through per aver superato con bandiere gialle.

Trofeo Pirelli Am.

Grazie al primo posto in Gara-2, Emanuele Maria Tabacchi ha festeggiato nel migliore dei modi il titolo colto nel Trofeo Pirelli Am, maturato al termine della corsa disputata venerdì. Sul podio di classe insieme a lui sono saliti Johnny Laursen (Formula Racing) e Frederik Espersen (Forza Racing).

Coppa Shell Am.

Henrik Jansen (Formula Racing) concede il bis e grazie alla seconda vittoria al Mugello si laurea campione della Coppa Shell Am, approfittando anche dell’uscita di scena della leader Agata Smolka (Rossocorsa). La polacca ha avuto un contatto con la vettura di Corinna Gostner (Ineco – MP Racing) nel tentativo di superarla, provocando l’uscita di scena di entrambe e l’ingresso della Safety Car. Secondo nella classe Invgar Mattsson (Scuderia Autoropa) e terzo Alexander Nussbaumer (Scuderia Gohm).

Coppa Shell.

Con i giochi per il titolo già decisi (con il successo di Tani Hanna di Formula Racing) la vittoria è andata a James Weiland (Rossocorsa) davanti a Thomas Gostner (Ineco – MP Racing) ed Ernst Kirchmayr (Baron Motorsport).